Crea sito
1

Presepe allestito nelle gallerie della ex miniera

Strada Comunale Riggiano

Predappio Alta (FC)
[Presepe nella Solfatara 2014 - 2015]

Come da tradizione, si rinnova il celebre presepe che si snoda nelle gallerie della vecchia miniera di zolfo. 

La rappresentazione, che ad ogni edizione propone una scenografia diversa, racconta la vita di Gesù dall`Annunciazione alla Resurrezione attraverso quindici scene animate lungo un percorso sotterraneo di oltre duecentocinquanta metri. 

Quanto mai suggestivo ed originale, visitato ogni anno da migliaia di persone, quello della Solfatara è uno dei presepi più imponenti all'interno di una scenografia naturale mozzafiato.

Periodo di svolgimento: l'evento si svolge dal 09/12/2014 al 25/01/2015

Orario: 8 e 13 dicembre dalle 14.00 alle 18.00; 14 dicembre dalle 10.00 alle 18.00; dal 20 al 24 dicembre dalle 10.00 alle 18.00; 25 dicembre dalle 14.00 alle 18.00; dal 26 dicembre al 6 gennaio 2015 dalle 10.00 alle 18.00; 10, 17 e 24 gennaio 2015 dalle 14.00 alle 18.00; 11, 18 e 25 gennaio 2015 dalle 10.00 alle 18.00. I gruppi si ricevono anche fuori orario e nei giorni feriali su prenotazione, al numero +39.349.5749560 oppure +39.328.7558294

IL

PRESEPIO DELLA ZOLFATARA 2015 – ANNO DEL GIUBILEO

 

TEMA: LA GRANDE STORIA DI DIO

 

DIO è stato adorato sin dalla creazione dell'uomo. Ancor prima del Cristianesimo Dio veniva adorato dai popoli pagani nel suo duplice aspetto, come Dea Madre e Dio Padre. E conservava sia nomi femminili che nomi maschili. Veniva adorato con nomi diversi secondo la necessità. La Dea madre veniva adorata come Madre Primordiale, colei che dava la vita, il Dio Padre veniva adorato come colui che fecondava la vita. In seguito col nascere delle prime grandi comunità antiche abbiamo il riassumersi del duplice aspetto in un'unica divinità adorata dai popoli antichi. Per gli Antichi Sumeri il nome di Dio creatore dell'uomo era En.Ki per gli Egiziani Atum-Ra ( detto semplicemente RA) , mentre per gli Ebrei era Yahweh

 

1 Scena: DIO SECONDO I POPOLI

Un Dio e conosciuto e adorato da tutti i popoli antichi. Per gli antichi Sumeri il Dio creatore dell'uomo si chiamava En.ki. Per gli Egiziani veniva chiamato Atum-Ra. Per gli Ebrei il Dio che diede vita all'uomo si chiama Yahweh

 

2 Scena: NEL PROGETTO DI DIO C'E' LA SALVEZZA DELL'UOMO

Dio salve Noè e la sua famiglia dal Diluvio Universale. Dio ha così salvato la razza e la stirpe dell'uomo giusto e fedele.

 

3 scena: NEL SACRIFICIO DI ISACCO, DIO PROVA LA FEDELTA' DI ABRAMO

Dio mette Abramo come giuda del suo popolo ma prima prova la sua fedeltà chiedendo il sacrificio del suo figlio Isacco.

 

4 scena: IL POPOLO GUIDATO CALLE LEGGI CHE DIO SCRIVE PER LORO

Dio appare a Mosè sul monte Sinai e gli consegna le tavole delle Leggi che Dio ha scelto per il suo popolo, scritte col fuoco sulla pietra.

 

5 scena:LA RICHIESTA DI DIO A MARIA

Dio manda un Angelo a Maria per chiederle di diventare la madre di Dio fatto uomo. “Riuscirà Maria ad accettare che il mio Spirito scenda su di lei e la ricopra con la sua ombra?” Si domando Dio. Maria accetta e lo Spirito Santo scese su di Lei.

 

6 scena: DIO PARLA IN SOGNO A GIUSEPPE

Giuseppe nel sogno sente una voce:“Non temere Giuseppe perchè il figlio che partorirà Maria è concepito dallo Spirito Santo di Dio...”

7 scena: MARIA VEDE IL SEGNO DI DIO NEL CONCEPIMENTO DI GIOVANNI.

Per tanto tempo Zaccaria ed Elisabetta desideravano un figlio ma con l'età avanzata di Elisabetta sembrava impossibile. Eppure niente è impossibile a Dio e Maria, giunta a trovare la cugina, vede in Lei che si stava compiendo quanto Dio le aveva detto.

 

8 scena: DIO FA NASCERE GIOVANNI, COLUI CHE APRIRA' LE PORTE A CRISTO

Come DIO aveva promesso a Zaccaria, sua moglie Elisabetta ebbe un figlio a cui fu imposto il nome di Giovanni Battista, colui che aprirà le porte a Cristo e lo precederà preparando il popolo ad accettarlo.

 

9 scena: EIL VERSO DI DIO SI FECE CARNE ED ABITO' TRA NOI

Il Verbo di Dio diventa un piccolo neonato nato da Maria, come Dio le aveva promesso. Fu deposto in una mangiatoia accanto a sua madre, all'interno di una grotta a Betlemme perchè non c'era posto per Maria e Giuseppe nell'albergo.

 

10 scena:DIO INVIA UN ANGELO A PORTARE LA LIETA NOVELLA AL SUO POPOLO

Nella notte un angelo appare ai pastori che vegliavano sul loro gregge: “ svegliatevi e non abbiate paura” perchè le profezie si sono avverate e Dio si è fatto carne in un piccolo bambino appena nato. Questo vi sia di segno: troverete un bambino avvolto in fasce e che giace in una mangiatoia.”

 

11 scena:L'ADORAZIONE DEI PASTORI AL DIO FATTO CARNE

Come era stato a loro detto dall'Angelo i pastori si avviarono verso Betlemme. Giunsero nella Grotta di Betlemme in tre, come tre le età del cammino dell'uomo: un pastore giovane simbolo della nascita e della giovinezza, un pastore adulto simbolo della crescita e della maturità, in pastore vecchio simbolo della tappa finale della vita quale la vecchiaia e la saggezza. Entrati nella grotta trovarono il Bambino nella greppia com'era stato detto a loro dall'Angelo, e lo adorano con i loro umili doni: pelli conciate per vestire il Cristo spoglio dai tutti i peccati; latte di capra simbolo del nutrimento spirituale, frutta simbolo del nutrimento della Terra.

 

12 scena: LA PRESENTAZIONE DI GESU' A DIO NEL TEMPIO DI SIMEONE

Giunse il momento della purificazione e della presentazione di Gesù davanti a Dio. Maria e Giuseppe portano il piccolo Gesù a presentarlo a Dio nel Tempio. Li accolse il sacerdote Simeone che preso il piccolo Gesù tra le braccia esclamò:” Ora lascia o Dio che il tuo servo vada in pace secondo la tua parola perchè i miei occhi hanno visto il salvatore che hai mandato per tutte le genti”.

 

13 scena: I MAGI RICONOSCONO IN GESU' IL FIGLIO DEL DIO DI TUTTE LE GENTI

Giunti dall'Oriente i Magi, che rappresentano le razze umane,entrarono nella casa dove si trovava il Bambino Gesù con sua Madre e prostratesi offrirono i loro simbolici doni: oro incenso e mirra. Adorando il Bambino i Magi riconoscono il figlio di Dio, il Verbo fatto Uomo.

 

14 scena: DIO INDICA A GIUSEPPE LA STRADA DELLA SALVEZZA PER GESU' IN EGITTO

Dio manda il suo Angelo ad avvisare Giuseppe che Erode vuole uccidere il piccolo Gesù e indica l'Egitto il luogo dove salvarsi.

 

15 scena: NEL FIUME GIORDANO DIO SCENDE COME SPIRITO SANTO SU GESU'

Gesù si recò sul Giordano per farsi battezzare da Giovanni Battista. E subito dal cielo si udì una voce” Ecco il mio figlio in lui mi sono compiaciuto” e lo spirito di Dio scese su Gesù.

 

16 Scena: GESU' LASCIA MARIA E GIUSEPPE PER PREDICARE AL MONDO IL MESSAGGIO DI DIO.

Diventato adulto, Gesù apprende da Dio che è giunto il momento di lasciare la sua famiglia e iniziare a predicare il messaggio di pace che DIO ha destinato a tutto il mondo.

 

17 scena: GESU' E MARIA NELLA GLORIA DI DIO

 

Gesù e Maria siedono nella Gloria di Dio accanto al Padre di tutte le genti.

TEMA DEL PRTESEPIO 2015

 

Ingresso: a pagamento

Tariffa intera: 3.50€

Tariffa ridotta: 1.00€ - bimbi dai 6 ai 12 anni

Abbonamenti: sconto 20% per gruppi uguali o superiori a 30 persone

Gratuità: bambini fino ai 6 anni

Visita il sito internet

PUNTI INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

Pro Loco di Predappio Alta (Informazioni e prenotazioni)
Via Umberto I, 1 - 47010 Predappio Alta - Tel: ++39 0543 922787 - Fax: ++39 0543 922787
Orario giorni feriali:

tutti i giorni dalle ore 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30

Orario giorni festivi:

chiuso

segreteria@predappioalta.org